Che la gara abbia inizio: il Global Shopping Festival sta per cominciare!

consulting & strategy - 9 Novembre, 2020

Chissà se gli studenti di Nanchino, ideatori del Single’s Day negli anni 90, avrebbero mai immaginato che la loro festa si sarebbe trasformata nel più grande evento mondiale nella storia del commercio elettronico. Ma di sicuro era uno degli obiettivi di Alibaba Group, quando lanciò il suo primo evento promozionale in occasione del 11.11, poco più di dieci anni fa. 

Nel corso del primo decennio di vita, i numeri di questa giornata – fatta di shopping sfrenato e sconti imperdibili – sono aumentati vertiginosamente, trasformando la giovane ricorrenza cinese in un vortice di affari di portata intercontinentale, con il nome di Global Shopping Festival.

 Si fa presto a dire shopping.

Il Global Shopping Festival non è solo shopping. La vera differenza tra l’evento di Alibaba e le promozione “occidentali” sta nell’approccio. Per i consumatori, infatti, il Global Shopping Festival è, prima di tutto, una forma di entertainment. Live streaming, gaming e promo di ogni sorta spingono gli utenti ad acquistare come se fossero i protagonisti di un vero e proprio videogioco a livelli. E “il gioco” coinvolge anche i merchant internazionali, che fanno a gara chi “vende di più”. Con numeri incredibili: basti pensare che molte aziende registrano durante questo evento il 35% del loro fatturato annuo. 

Edizione dopo edizione, questa giornata di sconti dedicata agli acquirenti cinesi ha raggiunto numeri da record, che superano di gran lunga quelli dell’Amazoniano Black Friday. Lo scorso anno ha generato 38,4 miliardi di dollari in 24 ore dell’11.11.19 , una crescita del 26% anno su anno. E nel 2020 si punta ancora più in alto, raddoppiando l’appuntamento, con un’anteprima programmata tra il primo e il terzo giorno del mese, in attesa del classico appuntamento dell’11.

Dalla Cina al Mondo, passando per Adiacent.

Grazie al processo di internazionalizzazione promosso da Alibaba e gestito con entusiasmo da Rodrigo Cipriani Foresio, Direttore Sud Europa del gruppo, l’edizione è sempre più aperta ai brand e al pubblico worldwide, con l’obiettivo di estendere la shopping experience oltre i confini della Cina. Non solo Taobao, Tmall, Tmall Global, ma anche Aliexpress e tutte le altre piattaforme del gruppo aderiscono all’iniziativa. E Alipay – in fase di quotazione al Nasdaq con il dato record storico di raccolta e valore – si prepara a registrare volumi di transazioni mai visti da nessun altro sistema di pagamento.

Tra i partecipanti a questa festa mondiale dello shopping c’è anche Adiacent, con il team capitanato da Lapo Tanzj, Digital Advisor e fondatore di Alisei, la nostra azienda con sede a Shanghai dedicata alla internazionalizzazione e allo sviluppo del business in Cina. Anche in questa edizione del Single’s Day, accompagneremo “oltre la muraglia” i nostri clienti del settore del food, dell’interior design, del fashion e della cosmesi, veri ambasciatori del Made in Italy. Lo faremo attraverso la competenza verticale sull’ecosistema cinese, fortemente caratterizzato non solo da piattaforme diverse da quelle occidentali, ma soprattutto da dinamiche culturali/sociali che non possono essere ignorate da chi ambisce a portare il proprio business in questo perimetro.

L’obiettivo dell’edizione 2020 del global Shopping Festival è chiara: battere il record di vendite dello scorso anno. Riusciranno i nostri eroi a superare i 38,4 milioni di dollari del 2019? Per scoprirlo non ci resta che aspettare il prossimo 11 Novembre. Noi faremo la nostra parte e te la racconteremo live sui nostri social.

Nell’attesa, preparate pure le vostre carte, di credito o prepagate. Buon Global Shopping Festival a tutti!

Avatar
Nicole Agrestini

Copywriter