Dall’Apparire all’Essere: 20 anni di Digital Experience

Il settore della Digital Experience è senza dubbio uno dei più stimolanti e innovativi del mercato ITC. Assistiamo ogni giorno a continui cambi di paradigmi e mode, nuove tecnologie, nuovi obiettivi. È un settore in cui la noia non è permessa; in cui sono quotidianamente rivalutate le competenze dei professionisti, stimolando lo studio, la conoscenza e il cambiamento.  

Ce lo racconta Emilia Falcucci, Project Manager di Endurance da 20 anni. 

Oggi, dopo 20 anni di professione personale in questo mondo, posso fermamente affermare che la Digital Experience ha completamente cambiato il modo in cui viviamo la nostra quotidianità. Infatti, prima del nuovo sito e-commerce, o della SEO, o del marketing strategico, ciò che è stato riformato dall’importanza strategica dell’esperienza digitale è stata la nostra percezione del mondo.

Gli anni 2000: apparire è meglio che essere 

Appena uscita dalla facoltà di matematica ho cominciato immediatamente a collaborare con l’allora appena nata Endurance per lo sviluppo deprimi siti web. Era appena entrato il nuovo millennio e il nostro lavoro non era ancora percepito come una vera e propria professione.  

Internet? Una mera vetrina in cui era possibile apparire. L’identità veicolata attraverso un sito internet non aveva scopi commerciali, né tantomeno attenzione alle logiche di navigazione dell’utente.  

I primi siti internet avevano uno solo scopo: essere appariscenti, a discapito di velocità e facilità di navigazione. Più i colori erano accesi e brillanti e più il sito risultava apprezzato dalle aziende che lo commissionavano.  

Poi, l’evoluzione

Visionari e innovativi: l’evoluzione firmata Google ed Apple 

Possiamo interpretare il termine evoluzione facendo riferimento a due grandi player mondiali, che hanno rimodellato completamente da digital experience degli anni 2000: Google ed Apple

Con la nascita di Google, il mondo del web si arricchì del primo algoritmo di ricerca che definì le primissime regole di page ranking. Era quindi possibile essere trovati più facilmente e velocemente grazie ai primissimi motori di ricerca. Finalmente tutte le aziende del mondo cominciarono a comprendere il valore di avere un sito internet e quindi sfruttare lo spazio web per scopi commerciali e pubblicitari. Nacquero nuove possibilità di business e in Endurance cominciammo a sviluppare applicativi e siti internet per qualsiasi settore di mercato. 

Il visionario Steve Jobs entrò poi in scivolata sul mondo della User Experience, facendo emergere il concetto assoluto che è alla base dell’interfaccia dei prodotti Apple: Semplice ed efficace. I siti internet sviluppati in Flash cominciarono ad essere eclissati da questo nuovo modo di pensare l’esperienza utente, tanto che Google iniziò in automatico ad escluderli dalle ricerche. Ci fu quindi la corsa al rifacimento dei siti web aziendali.  

Più digital di così! 

L’utente e la sua esperienza di navigazione cominciarono ad essere il fulcro di una comunicazione aziendale efficace, ma la vera esplosione del digital marketing fu opera della commercializzazione su larga scala del primo smartphone

Uno strumento, compatto e potente, con cui navigare in internet in qualsiasi luogo e momento della giornata…Più digital di così! Da quel momento in poi nacquero gli applicativi di graphic design, piattaforme e linguaggi di programmazione, il commercio elettronico, la customer experience e da allora non ci siamo più fermati! 

Il team di Endurance, che da febbraio 2020 è entrato a far parte della grande realtà di Adiacent e Var Group, ha modellato i propri processi e le proprie competenze assecondando l’onda dell’innovazione vissuta in prima persona dal 2000 in poi.  

Sviluppatori, marketers, designer e communication specialist, convivono in ogni progetto. Un team unico che fa dell’experience la migliore competenza che ci possa essere sul mercato. 

Avatar
Emilia Falcucci

Project Manager Endurance